ORIENTAMENTO O AZIMUTH, E INCLINAZIONE

Quando si progetta un impianto fotovoltaico una delle cose fondamentali da tenere in considerazione è quella di scegliere la posizione migliore dove installare i pannelli solari. Per questo motivo conoscere il lato dove è maggiore l’irraggiamento giornaliero è prioritario, dato che i pannelli diventano più produttivi quando i raggi del sole son perpendicolari alla loro superficie.

L’orientamento migliore è a SUD , angolo Azimut=180º .

Se non fosse possibile l’orientamento a SUD potrebbe anche andar bene sud-est o sud-ovest. Con questi orientamenti la perdita di rendimento non supera il 5% rispetto all’orientamento ottimale. Un pannello totalmente rivolto a est o ad ovest, invece potrebbe perdere, a parità di inclinazione, circa il 18% del rendimento. Un pannello rivolto a nord, potrebbe perdere quasi il 50% della produzione energetica.

INCLINAZIONE DEI PANNELLI FOTOVOLTAICI

Scelto l’orientamento che deve essere, se possibile, rivolto a SUD, si deve pensare all’inclinazione dei pannelli fotovoltaici sul tetto, che devono soddisfare due bisogni: la maggior produzione di energia possibile, e l’estetica. Per quanto riguarda l’inclinazione il tetto ha già una sua inclinazione per cui dovremo trovare il miglior compromesso tra la produzione e l’estetica.

Sono due i fattori che si deve tener presente per scegliere l’inclinazione migliore:

  • La latitudine del luogo dove saranno installati i pannelli fotovoltaici
  • il periodo dell’anno dove si avrà bisogno di maggior energia.

Come detto in precedenza, più i pannelli sono inclinati perpendicolarmente ai raggi solari e più questi producono energia, e questo si ottiene a mezzogiorno quando il sole raggiunge la massima altezza sull’orizzonte.

Per cui se sappiamo l’altezza massima e minima del sole a mezzogiorno nell’arco dell’anno, siamo in grado di poter stabilire l’inclinazione. Il giorno dell’anno che si hanno più ore di sole è tra il 20 e il 21 Giugno (solstizio d’estate), quello che ha meno ore di luce è il 21 Dicembre (solstizio d’inverno).

L’altezza del sole dipende anche dalla latitudine di dove ci troviamo. Nel caso dell’Italia la latitudine è compresa tra 47º a NORD (Alpi Aurine) ai 35º a SUD (Lampedusa).

 

Verificata la latitudine di dove ci troviamo possiamo calcolare l’inclinazione. A esempio: con un’inclinazione di 60° si sfrutta meglio i raggi del sole nel periodo invernale, e con 20° nel periodo estivo, vi indico una formula per l’inclinazione che non tiene conto delle variazioni che si dovrebbero apportare nei mesi dell’anno, ma è una media, attendibile, tra la produzione invernale ed estiva:

Inclinazione ottimale=3,7+(0,69 x Latitudine) 

Es. Milano ha una latitudine di 41,89º.

Inclinazione=3,7+(0,69 x 41,89)= 32,6º

Es. Palermo: latitudine 38º.

Inclinazione=3,7+(0,69 x 38)= 30º