CORRENTE ELETTRICA

La Corrente Elettrica è la quantità di carica elettrica che attraversa una determinata superficie nell’unità di tempo.

In figura viene illustrato il moto delle cariche elettriche, positive (+) o negative (-), gli elettroni, in un conduttore. Per convenzione il verso della corrente è quello delle cariche positive, e quindi opposto al verso del moto degli elettroni.

L’intensità di corrente elettrica è indicata con il simbolo “I” e la sua unità di misura è l’ampere (A) e da essa si ricava l’unità di misura di carica elettrica: il Coulomb, che corrisponde alla carica elettrica trasportata da una corrente di un ampere nell’unità di tempo. Un Ampere corrisponde alla carica di 6 miliardi di miliardi di elettroni (1 Coulomb) che attraversano un filo conduttore in 1 secondo.

L’intensità di corrente si misura con un Amperometro.

Lo schema si riferisce a un circuito elettrico dove è inserito un Amperometro (A) per la misurazione della corrente che circola in un ramo del circuito.

Quando la corrente è utilizzata per l’alimentazione elettrica dei dispositivi elettrici viene utilizzata in due possibili modalità: la corrente continua, che presenta intensità sempre costante nel tempo e ha un unico verso di percorrenza, e la corrente alternata, che ha intensità periodicamente variabile nel tempo e non ha un unico verso di percorrenza.

Per i calcoli vedere la legge di Ohm.