ACCESSO PRIMARIO PRA

ACCESSO PRIMARIO (PRA)

Oltre alla linea POTS (linea telefonica analogica) e ISDN (linea telefonica digitale) esiste un altro collegamento, sempre appartenente alla famiglia ISDN, chiamato: PRA (Primary Rate Access), Accesso Primario, o Flusso.

L’Accesso Primario è formato da 32 canali a 64 Kbit/s. Di cui: 30 canali B a 64 Kbit/s, utilizzati per la fonia, e 2 canali, sempre a 64 Kbit/s, per le segnalazioni, chiamati canali D, per un bit rate complessivo di 2,048 Mbit/s.

Quando si stabilisce una chiamata si instaura un flusso di dati sincrono e bidirezionale di 64 kbit/s, e questo viene mantenuto fino al termine della chiamata.

Le chiamate occupano i canali liberi fino alla disponibilità massima, sempre verso uno stesso punto, o verso altre utenti.

Il collegamento tra la centrale telefonica avviene attraverso due doppini in rame e connesso al cliente utilizzando una Terminazione di Rete (TRU).

Questo tipo di linea digitale fornisce un minimo di quindici canali sino ad arrivare a un massimo di trenta conversazioni contemporanee, attivabili a multipli di cinque.

Si possono attivare anche più Accessi Primari (in passo progressivo): ciascuno dei quali è identificato con un numero di telefono. Uno tra i numeri di telefono è designato come capofila in quanto identifica tutti gli accessi del gruppo. In caso di selezione del capofila viene impegnato uno dei canali liberi di uno degli accessi primari.

I servizi dell’Accesso Primario

Gruppo a Numerazione Ridotta (GNR) che consente di identificare flusso primario con un numero telefonico formato da un numero di cifre ridotto rispetto alla normale numerazione del distretto.

Selezione Passante (SP): servizio tipico per centralini. E’ offerta in congiunzione con il servizio di Numerazione Ridotta e permette di indirizzare la chiamata esterna direttamente all’interno (telefono BCA o Specifico) collegato al centralino, senza passare per il posto operatore.

Ripeto l’esempio fatto in precedenza: Se si compone il numero di telefono 020 631111, che corrispondente alla ditta X, risponderà sempre l’operatrice addetta al telefono “posto operatore”, se invece si compone il numero 020 631XXXrisponderà l’interno che si identifica con le ultime tre cifre.

Alcuni servizi telefonici evoluti (a richiesta):

Autodisabilitazione a chiave numerica: consiste nella possibilità per l’abbonato di disabilitare temporaneamente il proprio accesso per chiamate fuori dal distretto e internazionali e di interrogare la rete sullo stato corrente del servizio (abilitazione/disabilitazione).

Gruppo Chiuso di Utenti: consente ad un insieme specificato di accessi di dialogare solo tra di loro.

Sottoindirizzamento: il servizio consente a un cliente chiamato, che abbia sottoscritto il servizio, di raggiungere un determinato terminale connesso alla linea ISDN al di là di quella permessa dalla normale numerazione telefonica (funziona più o meno come la Selezione Passante).

Segnalazione Utente-Utente (UUS3): questo servizio consente ad un cliente ISDN di trasmettere o ricevere verso/da un altro cliente ISDN una quantità limitata di dati sul canale di segnalazione ISDN (canale D), durante le fasi di instaurazione ed abbattimento della chiamata.

Documentazione degli addebiti: Per ciascuna chiamata, il cliente ha la possibilità di conoscere: il numero del chiamato (con le ultime cifre oscurate), tipo di chiamata (analogica o numerica), data, ora esatta di inizio e fine conversazione. Per il cliente GNR/SP la documentazione degli addebiti contiene solo il radicale del numero chiamante e non il derivato che ha generato la chiamata.

                                 RIEPILOGO CONFIGURAZIONI DI ACCESSO

 NOTE:

(1)  Con almeno una linea con canali bidirezionali.

(2) I canali possono essere anche entranti o uscenti, ma con un minimo                   di  15 canali Bidirezionali o Uscenti. Implementabili cinque alla                                    volta.

(3)  E’ possibile su accessi i cui canali bidirezionali o entranti siano con                         GNR e Selezione Passante.    

(4)  2 canali Bidirezionali/Entranti/uscenti. 

(5) Con un minimo di 3 canali BRA.

COSTI PER IL FLUSSO PRIMARIO

  •  Attivazione (circa 100 euro)
  • un canone mensile per canale bidirezione o uscente (16,40 euro circa),
  • un canone mensile per canale solo entrante (12,90 euro circa),
  • un canone mensile per canale GNR (23,40 euro circa),
  • un canone mensile per canale per GNR e SP (29,40 Euro circa).

Per i costi indicati e per gli altri costi come il trasloco, subentro, anticipo conversazioni, etc., fate riferimento al sito del provider, in quanto potrebbero variare.