BATTERIA FOTOVOLTAICO

Una batteria, potrebbe essere un qualunque dispositivo che immagazzina energia per utilizzarla successivamente. La parola batteria identifica un apparato elettrochimico che converte l‘energia chimica in energia elettrica, mediante l’uso di una cella galvanica.

Una cella galvanica è un sistema costituito da due elettrodi (un anodo e un catodo) e una soluzione di elettrolita. La tensione di una cella galvanica di una batteria al piombo è tipicamente di 2 Volt ed è costituita da una o più celle galvaniche.

Lo scopo delle batterie non è quello di produrre elettricità ma di accumulare o immagazzinare l’elettricità. Le reazioni chimiche all’interno delle batterie variano a seconda che l’energia elettrica venga immagazzinata o rilasciata. Nelle batterie ricaricabili come a esempio quelle al piombo, il processo può essere ripetuto più e più volte. Tipicamente le batterie non offrono un’efficienza del 100% ma si attesta su valori inferiori. Questo significa che un po’ di energia viene persa sotto forma di calore durante le reazioni chimiche di carica e scarica.

Le batterie usate per gli impianti fotovoltaici sono di norma al Piombo, ma possono essere anche al Litio; vediamo le differenze:

BATTERIE AL PIOMBO-ACIDO

Questo tipo di batteria è affidabile ed economica, ma anche ingombrante e pesante. Per ottenere un buon numero di cariche e scariche è necessario che siano scaricate al 50% della sua capacità di accumulo nominale: per cui la capacità utile si riduce della metà. Bisogna anche tenere conto del luogo dove vengono messe in quanto producono gas idrogeno, per cui se si trovano al chiuso il luogo deve essere ben areato.

Le batterie al Piombo hanno delle differenze costruttive a secondo dell’utilizzo che uno ne fa, ad esempio quelle delle auto sono costruite per garantire un’elevata corrente allo spunto, mentre per il fotovoltaico devono garantire un elevato numero di cariche e scariche.

In linea generale sul mercato troviamo due soluzioni: le batterie AGM a piastre piane e le batterie OPzV stagne a piastre positive tubolari e elettrolita al Gel. Le AGM garantiscono dai 400 ai 700 cicli al 50% della capacità nominale, poco per il fotovoltaico e infatti sono costruite per apparati UPS e garantire solo il tempo necessario per il ripristino della rete.

La batteria OPzV , ermetica tubolare al gel e appositamente progettata per impianti fotovoltaici, è esente da manutenzione e adatta a scarica ciclica, essa è in grado di garantire fino a 2500 cicli di carica e scarica sempre al 50% della capacità nominale.

BATTERIE AL LITIO

Le batterie al Litio sono piccole e leggere ma molto costose. La percentuale di scarica può arrivare fino all’80% della capacità nominale e il ciclo di cariche e scariche può arrivare, a esempio quelle al Litio Ferro Fosfato, fino a 10.000 cicli.

 

OFFERTA BATTERIE PER FOTOVOLTAICO SU AMAZON.IT

CAPACITA’ DI UNA BATTERIA

CALCOLATORE AUTOMATICO DELLA CAPACITA’ DI UN PACCO BATTERIA PER FOTOVOLTAICO, IN Ah

PER APPROFONDIRE BATTERIA FOTOVOLTAICO